Soffri lo stress? Ora puoi misurarlo.

Siamo abituati a confrontarci con i valori degli abituali esami del sangue come colesterolo, glicemia, trigliceridi ma quando si tratta di stress ci accontentiamo della classica risposta: “sarà stress”.

stress

 

Molti forse non sanno che anche lo stress può essere misurato attraverso uno specifico esame, quello del cortisolo, l’ormone prodotto dalle surrenali in risposta allo stress.

Ma ci sono dei metodi meno invasivi e monitorabili costantemente da chiunque.

Uno di questi è l’analisi della variabilità della frequenza cardiaca (HRV), che ci offre la possibilità di avere alcune indicazioni sui nostri livelli di stress. Con dei semplici strumenti di biofeedback formativo possiamo verificare la nostra impronta cardiaca e valutare se abbiamo una variabilità ridotta, indice di affaticamento e stress.
Altro parametro importante e di facile misurazione è la pressione arteriosa. Qui le indicazioni sono di carattere medico, ma indicativamente valori costantemente superiori ai 120/80 mmHg possono indicare condizioni di stress cronico.

antistress
Una volta conosciuto il nostro livello di stress, possiamo attraverso tecniche specifiche e personalizzate, migliorare la nostra risposta allo stress imparando così a gestirlo al meglio.