Il giusto recupero permette un miglior benessere psicofisico

sonno

Il sonno è un elemento che caratterizza le nostre giornate ma purtroppo la sua importanza è spesso sottovalutata. E’ il sonno che permette infatti un miglior recupero psicofisico ma spesso causa lavoro, impegni famigliari, programmi tv, preoccupazioni… le nostre giornate prendono un ritmo non consono a favorire un sonno ristoratore. Capita così che dalle 7-8 ore abituali e necessarie a notte per un recupero e successiva prestazione ottimale, si passi a 6 se non addirittura a 4-5 ore per notte.

Prova ad immaginare l’impatto di questo nella tua vita?

Certamente a livello fisico noterai la stanchezza ma sarà accompagnata anche ad una riduzione delle prestazioni a tutti i livelli. Questa situazione è più reale di quanto tu possa immaginare, poiché dalle statistiche emerge che circa l’80% delle persone non dorme quotidianamente almeno 7 ore.

Nel lungo periodo questa riduzione delle ore e soprattutto della qualità del sonno porta inizialmente ad un calo prestativo (1 ora di sonno in meno riduce le prestazioni del 50%) ma successivamente porterà ad una condizione di malessere che potrà causare l’insorgere di alcune patologie.

 

Recuperare nel weekend
dormire

Se pensi di recuperare le ore di sonno perdute durante la settimana prolungando le ore che dormi nel weekend sappi che questo meccanismo non funziona, anzi spesso rischi di ottenere l’effetto contrario, E’ meglio concedersi quotidianamente dei pisolini pomeridiani, detti anche power nap della durata massima di 20 minuti.

Se il tuo obiettivo è quello di vivere al massimo, ricorda di dare la giusta importanza al recupero e alla qualità del tuo sonno, perché solo così, assieme alla giusta attività fisica e ad un’alimentazione bilanciata raggiungerai la miglior condizione di benessere. Provare per credere.