L’insonnia è per definizione un disturbo del sonno che ci impedisce di dormire. Moltissime volte questa alterazione fisiologica del sonno viene sottovalutata. E’ invece importante avere ben presente la durata di questo disturbo, perché se supera il mese è opportuno rivolgersi al medico.

insonnia

 

Tipologie di Insonnia

Potremo dire che ognuno di noi soffre d’insonnia a modo proprio. Esistono infatti diverse tipologie d’insonnia a seconda di ciò che provoca. Viene classificata insonnia iniziale se abbiamo difficoltà ad addormentarci, insonnia intermittente se ci sono risvegli continui nel corso della notte oppure insonnia terminale quando abbiamo difficoltà ad avere un sonno prolungato.

Sarà colpa dell’orologio

orologio

 

Molti di noi portano l’orologio al polso ma tutti noi possediamo un orologio biologico interno che seguendo i ritmi circadiani regola il ritmo sonno veglia. Se questo orologio si altera avremo maggiori difficoltà nel godere di un sonno ristoratore. Le nostre giornate, nelle quali trascorriamo molte ora al chiuso, con luci artificiali e finendo col rilassarci guardando la tv fino a tarda sera, sembrano create apposta per alterare questo meccanismo. Per funzionare il nostro orologio ha bisogno della luce solare, quindi è buona abitudine per combattere l’insonnia riabituare il nostro orologio ad attivarsi al mattino presto in modo che lui poi ci spenga nell’ora giusta la sera.

Fare attività fisica aiuta

L’attività fisica, ha molti benefici ormai da tutti riconosciuti. Ma cosa ha a che fare con il sonno?
Ebbene, se fatta quotidianamente aiuta a mantenere allineato il nostro orologio biologico. L’attività fisica produce un innalzamento della temperatura corporea a cui seguirà ovviamente una diminuzione. Questo permette al corpo di capire quando c’è maggior necessità di energia e quando ne serve meno ma allo stesso tempo contribuendo alla variazione della temperatura corporea avremo un sonno più ristoratore, poiché più variazioni di temperatura abbiamo nel corso della giornata e maggiormente il nostro orologio funzionerà.

 

dormire
Consigli pratici per migliorare il sonno

Cambiare le proprie abitudini è una delle cose più difficoltose da sempre. Ma mai come in questo caso, piccoli accorgimenti possono avere enormi benefici.
Eccone alcuni :

• Appena svegli, aprite le finestre e fate dei respiri profondi.

• Prima di colazione, fate una bella passeggiata di 20 minuti.

• Durante le pause lavorative cercate di esporvi alla luce solare.

• Dopo cena fate degli esercizi di stretching o di rilassamento (basta della semplice respirazione)

• Non guardate la tv o il cellulare stando a letto, anzi è bene spegnere tutti questi dispositivi almeno un’ora prima di dormire.

• Spegnete le luci in casa e usate delle luci soffuse per leggere un buon libro.

• Stendetevi a letto solo nel momento in cui andate a dormire.

Naturalmente è sempre consigliato seguire uno stile di vita sano, che preveda la corretta nutrizione, la giusta attività fisica e delle tecniche di rilassamento per vivere al meglio.